Le mani: l’essenza dell’uomo

Capaci di grande forza ma anche di movimenti fini, le mani sono un segno distintivo dell’uomo rispetto a qualsiasi altra creatura del nostro pianeta.

La mano è il vero organo della civiltà, iniziatore dell’evoluzione umana

Ernst Fisher

Esse ci consentono di svolgere innumerevoli azioni e la maggior parte delle nostre attività di tutti i giorni. 

Grazie alle mani possiamo toccare, afferrare oggetti e manipolarli, cucinare, mangiare e lavorare, giocare, praticare sport, suonare uno strumento musicale… 

Ma anche accarezzare, ricevere sensazioni, comunicare ed esprimere le nostre emozioni e la nostra interiorità, perché la gestualità delle nostre mani “parla”.

Le mani ci consentono anche di creare, dipingere e scolpire, e nel contempo sono da sempre oggetto di grande attenzione da parte del mondo dell’arte, della scultura, della pittura e persino della musica.

Una struttura complessa e unica che richiede competenze iper-specialistiche

Anche dal punto di vista anatomico la mano è una struttura complessa e unica. 

Costituita da numerose ossa, articolazioni, muscoli, tendini e legamenti, è “un capolavoro di ingegneria”, i cui movimenti sono controllati da muscoli situati non solo nella mano stessa ma anche nell’avambraccio (collegati alle ossa delle dita tramite lunghi tendini che passano attraverso un polso flessibile).

Traumi e patologie della mano e dell’arto superiore possono pregiudicare il movimento articolare, lo scorrimento dei tendini e la contrazione muscolare, compromettendo l’utilizzo della mano. 

In presenza di dolore o problemi alle dita, alla mano, al polso o agli arti superiori, è opportuno rivolgersi a un ortopedico specializzato in chirurgia della mano che ben conosce la complessità e l’unicità di questa struttura e possiede le competenze iper-specialistiche per definire il trattamento di volta in volta più efficace.

Quali sono le patologie più comuni?

Quali sono le patologie più comuni?